25
gen
2016
18
Spaghetti con ricotta, zafferano, pistacchi e pesce spada

Spaghetti con ricotta, zafferano, pistacchi e pesce spada

Ricetta intrigante di stampo siculo (e profumo d’Abruzzo). Facile, veloce e ‘quattrostagioni’

ricotta bagnomariaMettete della ricotta di capra a sciogliere a bagnomaria, aggiungendo un filo di extravergine Terre Rosse per ‘legare’ meglio il tutto. Schiacciate la ricotta con una forchetta e quando questa comincia a disfarsi aggiungete un bicchiere di latte. Quando avrete una vellutata omogenea, aggiungete lo zafferano fino ad ottenere il classico color ‘oro’.

Ora prendete i pistacchi e sgusciateli, eliminando anche la pellicina che li avvolge. Schiacciateli con un pesce spadabatticarne in pezzi grossolani passandoli in un colino a maglie sottili per eliminare la ‘polvere’ in eccesso. Il pesce spada, invece, tagliatelo a cubetti e scottatelo a fuoco forte in extravergine e rametto di rosmarino. Quando lo spada comincia a rosolare, bagnate con del vino bianco secco, aggiungete una presa di scalogno tritato e finite di cuocere per cinque-sei minuti.

ricotta spada e zafferanoAdesso potete ‘maritare’ i tre condimenti, conservando una manciata sia dello spada sia dei pistacchi. Lessate gli spaghetti al dente e colateli nella salsa (che riscalderete sempre a bagnomaria: il fuoco vivo seccherebbe e aggrumerebbe la ricotta). Formate dei ‘turbanti’ con l’aiuto di mestolo e forchettone, aggiungete pezzi di spada e pistacchi e prima di servire spolverate ogni singolo piatto con della scorza di limone grattugiata. Buon appetito!

You may also like

Spaghetti cacio e pepe
Spaghetti cacio e pepe
Spaghettoro con cacio, pepe e tartufo scorzone
Spaghettoro con cacio, pepe e tartufo scorzone
Spaghettoro con cozze, asparagi e taggiasche
Rintrocili con pesto di radicchio e pistacchi

2 Responses

  1. Boxer

    Boxer ma mica lo avevo capito che avevi un blog di piatti preparati da te. barvo, complimenti.Ti seguiro` con piacere. ed onore. Questa ricetta e` spettacolare, Vedem che ariesc a fa.

Leave a Reply