19
mag
2017
5
Spaghetti con fave e rana pescatrice

Spaghetti con fave e rana pescatrice

Ultimi giorni per mangiare le fave quindi affrettatevi a preparare questi spaghetti con fave e rana pescatrice…

Le fave crude sono una delizia ma anche cotte fanno la loro figura. La fine di maggio è l’ideale per questa seconda tipologia, da fare cuocendo a fuoco lento le fave con base di cipolla brasata. Però in questa ricetta le fave sono crude, appena scottate nel condimento di pescatrice e pomodorini. Un piatto della serie ‘sciuè sciuè’ che si realizza in pochi passaggi, vediamo quali.

Capate le fave ed eliminate il baccello e dividetele a metà. A parte tagliate a tocchetti la rana pescatrice e scottatela a fuoco vivo in extravergine Terre Rosse, aglio e un rametto di rosmarino. Quando il pesce comincia a colorare, aggiungete dei pomodori datterini tagliati a pezzi e privati dei semi e dopo qualche minuto bagnate con del vino bianco fermo. Ora aggiungete le fave sgusciate, lasciate insaporire per altri due tre minuti, dopodiché spegnete il fornello.

Mettete a lessare gli spaghetti quadrati Setaro in abbondante acqua salata e quando sono molto al dente, scolateli nel condimento. Lasciate terminare la cottura nell’intingolo di fave e pescatrice e quando gli spaghetti sono ben amalgamati, spolverate di prezzemolo tritato e servite. Io ci ho bevuto una falanghina del beneventano per fare ‘scopa regionale’ con l’ottima pasta di Torre Annunziata ma anche un trebbiano non guasterebbe: a voi la scelta e buon appetito!

Leave a Reply