29
ott
2015
11
Stinco di maiale ai tre gusti

Stinco di maiale ai tre gusti

Pezzo poco nobile all’origine ma succulento come pochi altri. In questa ricetta è accompagnato da extravergine Terre Rosse, salsa al miele d’acacia IoconBio e agrodolce di melograno…

All’inizio doveva essere cosciotto di agnello ma poi mi è parso avanti questo stinco di maiale in tutta la sua opulenza. Il tradimento si è consumato in dieci secondi.

stinco crudoLa sera prima di cucinarlo, prendete lo stinco e legatelo con uno spago da cucina insieme a rametti di rosmarino e salvia. Tagliate a tocchetti il sedano, le carote e la cipolla (alcune cipolle lasciatele intere se ne siete golosi), mettete tutto in una bacinella di plastica capiente e riponete in frigo coprendo con un panno umido.

Il giorno dopo salate e pepate lo stinco e passatelo in padella con un filo d’olio e uno stinco rosolatospicchio d’aglio schiacciato in camicia. Accendete il forno a 200° e informate lo stinco insieme alle verdure. Dopo circa dieci minuti la carne comincerà a ‘friggere’, a quel punto bagnate con abbondante vino bianco, abbassate il fuoco a 180° e lasciate cuocere per due ore e mezza. Durante la cottura, girate lo stinco più volte irrorandolo con il fondo di cottura alternato a del brodo classico che preparerete a parte. Passato il tempo di cottura, filtrate il fondo e aggiungete a questo un cucchiaio di miele di acacia IoconBio. Portate ad ebollizione per circa una ventina di minuti in modo che la salsa possa asciugarsi.

patate in padellaOra siete pronti a servire lo stinco che dovrete portare in tavola su un tagliere per sporzionarlo davanti ai commensali (non metto la foto per pudicizia ma io l’osso me lo sono spolpato modello Fred Flinson’s).
Sul tagliere, oltre al coltello, metterete delle patate saltate in padella con aglio, olio e rosmarino e i tre condimenti: la salsa di melograno, il fondo di cottura al miele IoconBio e l’extravergine Olio Terre Rosse. Vino rosso strutturato ad annaffiare, dose minima una bottiglia in due.

You may also like

Fettuccine con gamberi e crema di topinambour al curry
Fettuccine con gamberi e crema di topinambour al curry
Risotto con crema di zucca, gorgonzola e noci
Spaghetti ai carciofi
Spaghetti ai carciofi
il pranzo di pasqua
Il pranzo di Pasqua

Leave a Reply