19
ott
2015
10

Troccoli con porcini, guanciale e toma piemontese

Troccoli con porcini, guanciale e toma piemontese. Prosegue il viaggio nell’autunno mangereccio. Che ‘triangolo’ eccitante…

olio terre rossoIn una padella già ben calda, mettete a rosolare il guanciale tagliato a pezzi con dell’extravergine di oliva. Quando il guanciale comincia a rosolare, aggiungete tre/quattro Troccoli con porcini, guanciale e toma piemontesemezzi pomodori tagliati a listarelle e privati dei semi. Dopo quattro/cinque minuti, aggiungete i porcini tagliati a lamelle e subito dopo sfiammate con  del vino bianco fermo. Fate insaporire il condimento per qualche minuto, dopo di che spegnete e coprite.

Mettete a lessare i troccoli in abbondante acqua salata e quando la pasta risulta al dente, porcini e guancialecolatela nel condimento e fate mantecare per un paio di minuti. A questo punto aggiungete un mestolo di acqua di cottura e un pugno di toma piemontese grattugiata. La toma è un formaggio Troccoli con porcini, guanciale e toma piemontesevaccino a pasta morbida, quindi grattugiatela delicatamente per evitare che si ‘ammalloppi’. L’acqua di cottura e la toma formeranno una vellutata che aggiungerà sapore alla ricetta e amalgamerà alla perfezione pasta e condimento. Se volete dare più ‘decisione’ alla ricetta, aggiungete qualche goccia di olio santo.

You may also like

Risotto con crema di zucca, gorgonzola e noci
Risi e bisi (e guanciale)
Risi e bisi (e guanciale)
polenta di farro con umido di agnello e champignon
Polenta di farro con ‘umido’ di agnello e champignon
Sagn' a pezz' all'abruzzese
Sagn’ a pezz’ all’abruzzese

Leave a Reply