11
set
2017
11
zuppa di tubetti con fagioli e cicoria

Zuppa di tubetti con fagioli e cicoria

L’autunno è alle porte e i borlotti cominciano ad uscire dalle loro tane…

fagioli borlotti nel baccello (1)Dopo il caldo asfissiante di questa torrida estate, la prima pioggia si desiderava con messianica attesa. Pioggia e relativo fresco sono arrivati e con loro i profumi e i sapori di autunno. Tra gli ingredienti di questa stagione, solo apparentemente dormiente, ci sono i fagioli borlotti. Ne vado pazzo e sono immancabili nella mia dispensa. Trovati freschi accanto a dei bei mazzi di cicoria li porto a casa entrambi, non prima di essermi assicurato un cicoria e aglio (1)pacco di tubetti rigati. Quello che segue è stato il risultato.

Preparate un battuto fino di cipolla e mettetelo a rosolare in extravergine Terre Rosse insieme a due coste di sedano e una carota tagliata a metà. Quando la cipolla è imbiondita, aggiungete della passata di pomodoro IoconBio e lasciate cuocere per circa dieci minuti. Aggiungete ora i borlotti, mischiate il tutto e aggiungete dell’acqua tiepida a coprire. Lasciate bollire delicatamente, aggiungendo poca alla volta dell’altra zuppa di tubetti con fagioli e cicoria3 (1)acqua (se avete delle scorze di parmigiano aggiungetele per dare sapore alla zuppa). Mentre i fagioli fanno il loro, sbollentate la cicoria, strizzatela per bene e tagliatela a julienne. Ripassatela in aglio e peperoncino e aggiungetela ai fagioli. Portate a cottura i fagioli e lasciate nella pentola solo la quantità che più vi soddisfa. Una parte dei fagioli che avrete messo da parte, poi, frullateli e aggiungeteli per addensare il tutto.

Calate adesso i tubetti rigati nei fagioli e cicoria e lasciateli cuocere cialda di pecorino (1)lentamente, facendo attenzione che la zuppa non si addensi troppo, nel qual caso aggiungete dell’altra acqua. Aspettando la cottura dei tubetti, preparate una cialda di pecorino, che otterrete formando un disco di pecorino grattugiato su carta oleata che passerete in forno, farete raffreddare e spezzerete in pezzi grossolani. Quando la zuppa è pronta fatela riposare per cinque minuti, trascorsi i quali sarà pronta da servire, guarnita con le scaglie di cialda di pecorina e chiusa, con un filo di extravergine Terre Rosse a crudo e, a chi piace, con dell’olio santo. Buon appetito!

You may also like

Umido di baccalà con broccoli e pane di segale
Umido di baccalà con broccoli e pane di segale
miseria e nobiltà
Miseria e nobiltà

Leave a Reply